Antichi mestieri

Se hai qualche idea su come migliorare il sito o cosa vorresti vedere maggiormente sviluppato, questo è il posto dove dirlo.

Moderatori: Staff, Collaboratori

xicato
Livello1
Livello1
Messaggi: 85
Iscritto il: 4 ottobre 2004, 18:28
Località: Venezia
Contatta:

Messaggio da xicato »

A Venezia in dialetto non si dice "beccaio" (macellaio) ma becher e si usa molto ancora questo termine .... almeno da chi ha un po' di anni!

xicato

aida
Livello1
Livello1
Messaggi: 139
Iscritto il: 10 giugno 2006, 22:37
Contatta:

Messaggio da aida »

In Toscana Beccaio per Macellaio è sempre stata voce comune,
un pò come il Trombaio, che non è una parolaccia , ma nient'altro che l'Idraulico!

Avatar utente
bigtortolo
Staff
Staff
Messaggi: 5350
Iscritto il: 14 novembre 2008, 10:42
Contatta:

Re: Antichi mestieri

Messaggio da bigtortolo »

Gianlu ha scritto:Visto che facendo ricerche genealogiche si incontrano spesso gli antichi mestieri, perché non creare anche un archivio su questi?
Sarebbe l'occasione per ampliare le nostre conoscenze su quello che facevano i nostri antenati.
Esulta Gianlu!
Dopo sette anni forse sarai esaudito.
Stavo spostando discussioni e ti ho riesumato.

Avatar utente
pietrosalpa
Livello1
Livello1
Messaggi: 203
Iscritto il: 2 giugno 2013, 19:29
Contatta:

Messaggio da pietrosalpa »

Per Gianlu: io ho trovato un mignattaio a Genova, ossia un raccoglitore di sanguisughe.

Avatar utente
aquilegia2011
Livello4
Livello4
Messaggi: 771
Iscritto il: 3 febbraio 2012, 11:59
Contatta:

Messaggio da aquilegia2011 »

Un mio parente - fratello di un quadrisavolo - era astatore dell'esercito (borbonico). Secondo MdeChamfort, trattasi del controllore degli acquisti compiuti per conto dei reggimenti, un supervisore delle transazioni compiute. Il figlio, residente a Napoli, era invece un postiere dei Reali Lotti e, successivamente, prenditore di lotti, suppongo equivalente a ricevitore del lotto. Non so però se postiere e prenditore siano sinonimi.
Sono Giulia e svolgo le mie ricerche qui: Isernia, Napoli, Caserta, Gaeta, Palermo, Messina, Roma, Firenze, Arezzo, Isola d'Elba, Perugia, Macerata, Ancona, Milano, Como, Bergamo, Lugano/Svizzera, Pirano/Istria

Avatar utente
clermont
Livello1
Livello1
Messaggi: 37
Iscritto il: 22 aprile 2011, 13:15
Contatta:

Messaggio da clermont »

aquilegia2011 ha scritto:Non so però se postiere e prenditore siano sinonimi.
Teoricamente no, sul un vocabolario del 19° secolo postiere è definito "chi tiene i cavalli della posta", mentre prenditore era appunto chi riceveva le giocate. Magari però a Napoli erano sinonimi (oppure il tuo antenato aveva fatto carriera) :)
ciao

Avatar utente
MdeChamfort1
Livello3
Livello3
Messaggi: 738
Iscritto il: 24 giugno 2012, 12:31
Località: Napoli
Contatta:

Messaggio da MdeChamfort1 »

Credo che "postiere dei Reali Lotti" nulla abbia a che vedere con la posta dei cavalli, ma con la posta (quantità di denaro) puntata al Lotto, e quindi, come pensava Aquilegia, designerebbe chi riceve la posta, le giocate e in tal senso sinonimo di prenditore.
Fabio 1969 > Fausto 1939 > Attilio 1896 > Vincenzo 1867 > Giuseppe Pasquale 1809 > Gregorio 1777 > Pasquale 1738 > ??? ... work in progress

Avatar utente
pietrosalpa
Livello1
Livello1
Messaggi: 203
Iscritto il: 2 giugno 2013, 19:29
Contatta:

Messaggio da pietrosalpa »

Professioni trovate indicizzando Genova, Stato Civile Italiano: pulitrice d'oro - accenditore del gas - intagliatore - mignattaio - causidico - marionettista - chiattaiuolo - accorda cembali - cuoiaio - misuratore da grano - dragomanno - girovaga

Avatar utente
bigtortolo
Staff
Staff
Messaggi: 5350
Iscritto il: 14 novembre 2008, 10:42
Contatta:

Messaggio da bigtortolo »

Bene ragazzi, continuate a inviare qui mestieri o qualifiche trovati nelle carte, possibilmente indicando con certezza in cosa consistesse.
Al momento siamo a 135 voci in volgare e italiano, tutte con descrizione più o meno ampia, a seconda dei casi.
Volevamo omettere i vocaboli "parlanti", cioè quelli tipo: Misuratore/pesatore del grano - Camisaro - Formaggiaro - Salcizzaro etc., ma già che ci siamo mettiamo tutto.

Tratteremo a parte i vocaboli veneziani, dei quali Ziadani ha fornito un ricco link.

Ciao
V.

gianantonio_pisati
Esperto
Esperto
Messaggi: 2558
Iscritto il: 26 settembre 2008, 11:40
Località: Castelnuovo Bocca d'Adda (Lodi)
Contatta:

Messaggio da gianantonio_pisati »

Nelle cascine erano presenti vari mestieri:

il fittabile: era colui che aveva preso in affitto dal padrone (solitamente nobili o enti ecclesiastici) una cascina ed il relativo fondo e si comportava come il padrone, pagando a quest'ultimo un affitto annuo. Il contratto di solito durava 9 anni, ma ci sono anche contratti da 5 o 3 anni. Nel '600-'700 i fittabili erano gente benestante, diremmo alta borghesia, quella che poi si sarebbe arricchita nell'800 con le industrie lattero-casearie o comprando i fondi, in Lombardia, in seguito alle soppressioni degli enti ecclesiastici volute da Giuseppe II o da Napoleone.

il fattore: diremmo il direttore dei lavori che faceva da intermediario tra il padrone della cascina (o il fittabile) e del fondo agricolo con i contadini

il cavallante: colui che era addetto alla cura del bestiame equino

il porcaro: colui che era addetto alla cura dei maiali

il bifolco: colui che era addetto alla cura dei bovini

il mugnaio: sappiamo tutti ;)

il magnano: era colui che saldava le pentole (mestiere itinerante)

il fabbro era detto anche "fabbro ferraio"

il marangone: falegname (o "fabbro lignaio")

il bracciante: manovale addetto ai lavori nei campi (mietere, seminare, ecc.)

il "d'acquatore" (traslitterato dal mio dialetto lodigiano) era l'addetto alla gestione delle chiaviche e dei fossi per l'irrigazione dei campi.

Spero di non averne dimenticati. Questi sono comunque i principali operanti nelle cascine.
io 1983-G.Pietro 1955-Antonio 1920-Carlo Andrea 1886-Pietro 1850-Giulio 1812-G.Batta 1789-Francesco M. 1760-G.Batta 1717-Francesco M. 1692-G.Batta 1657-Carlo G. 1629-G.Batta 1591-G.Andrea 1565-Pietro-G.Francesco-Pietro di Bartolomeo Broffadelli e Rosa Pisati di Leonino-Bertolino-Leonino? (v. 1428)

Avatar utente
pietrosalpa
Livello1
Livello1
Messaggi: 203
Iscritto il: 2 giugno 2013, 19:29
Contatta:

Messaggio da pietrosalpa »

Riprendo le professioni che avevo postato con relativa spiegazione trovata in rete.

il mignattaio: Chi raccoglieva, vendeva o applicava le mignatte (sanguisughe) a scopo terapeutico

il causidico: Chi difendeva qlcu. in giudizio senza essere avvocato (e qua c'è la curiosità che la professione su wikipedia e su Treccani viene indicata come medievale, mentre se ne trovano molti in atti parte seconda di Genova a fine 1800)

il dragomanno: Traduttore, interprete

Il chiattaiuolo: Ho trovato spiegazioni diverse. Può essere chi conduce o lavora sulle chiatte, ma anche chi scarica merci dalle navi

Avatar utente
tiriki
Esperto
Esperto
Messaggi: 1643
Iscritto il: 5 settembre 2012, 16:37
Contatta:

Messaggio da tiriki »

Un mio antenato era vermicellaio nell'800.
Vermicellaio = Pastaio
Angelica

Avatar utente
pietrosalpa
Livello1
Livello1
Messaggi: 203
Iscritto il: 2 giugno 2013, 19:29
Contatta:

Messaggio da pietrosalpa »

Ancor oggi l'Istat chiede di rispondere alla domanda sulla professione nel modo più preciso possibile in caso di censimenti o indagini statistiche. Ma pervade tra la gente una generalizzazione che di professione nulla ha che vedere, come "imprenditore", "libero professionista"...
Che belle le vecchie descrizioni, pulitrice d'oro, accenditore del gas, casellante ferroviario...

Avatar utente
ArmataSarda
Livello2
Livello2
Messaggi: 424
Iscritto il: 30 giugno 2014, 11:36
Contatta:

Messaggio da ArmataSarda »

Provo a contribuire con uno riscontrato su datati documenti piemontesi:

Mastro del Muro: Un poco più di un muratore, de facto una sorta di capo cantiere che, pur non avendo studiato ma forte unicamente di lunga esperienza professionale, poteva sostituire la figura del geometra nell'edilizia. Era un poco un muratore veterano.
Sono Alessandro e cerco sempre documenti , notizie, foto sulla famiglia MELLA di Mongrando (BI) e Torino.

Avatar utente
granmario46
Livello2
Livello2
Messaggi: 311
Iscritto il: 5 agosto 2012, 16:39
Località: Catania
Contatta:

Messaggio da granmario46 »

"Cofinaio", siciliano, sta per cestaio e deriva da "cufinu"(cesto). "Raccoglitore di foglie".....boh!!! Questo non è esattamente un mestiere :shock: ma lo trascrivo per come è :" Moglie del barbiere" :D

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite