TuttoGenealogia.it

Regole Indicizzazione - I soprannomi

ginamarquardi - 27 Gen 2019 - 09:50
Oggetto: I soprannomi
Mi capita spesso di trovare persone con nome e cognome e poi "detto".
In questo caso procedo con la "O".
Ma ho un dubbio in certi casi; non sempre l'ufficiale è chiaro nel riportare i dati.
Faccio due esempi:

1. Pinco Pallo detto Pollo del fu Pallino:
indicizzo nome Pinco cognome Pallo O Pollo

2. Pinco del fu Pallino Pallo detto Pollo

Nel caso due l'ufficiale intendeva che il fu padre era detto Pollo o che lo è Pinco?

Grazie
ginamarquardi - 29 Gen 2019 - 11:01
Oggetto:
nulla? nessun suggerimento? Sad
ciao457 - 29 Gen 2019 - 13:03
Oggetto:
Se trovi questa dicitura in un atto ufficiale, ritengo che sia un soprannome di famiglia, e venga riportato nell'atto per distinguere le numerose famiglie con lo stesso cognome nel paese.
ginamarquardi - 29 Gen 2019 - 13:31
Oggetto:
ciao457 ha scritto:
Se trovi questa dicitura in un atto ufficiale, ritengo che sia un soprannome di famiglia, e venga riportato nell'atto per distinguere le numerose famiglie con lo stesso cognome nel paese.

grazie Smile
vlepore47 - 29 Gen 2019 - 16:40
Oggetto:
Credo di averti già inviato un msg in cui si spiega come comportarsi in questi casi:
Cognomi doppi e soprannomi:
“Vallar Cuttin” indicizzare “Vallar Cuttin”;
"Vallar detto Cuttin” indicizzare “Vallar O Cuttin”.
Succede spesso che in parti diverse dello stesso Atto sia indicato indifferentemente a volte “Vallar Cuttin”, altre volte “Vallar detto Cuttin”: fare un po’ come si vuole: non è la “O” che può pregiudicare la ricerca di quell’individuo!
In ogni caso, poiché il cognome del bambino in questi atti del periodo napoleonico non è mai indicato, se proprio si vuole indicarne il cognome, deve essere indicato quello del padre: cognome, doppio cognome o cognome e soprannome che sia!
Ancora una cosa: i soprannomi indicati negli Atti, non sono mai indicati come soprannomi personali, ma sempre come soprannomi della famiglia.
ginamarquardi - 29 Gen 2019 - 17:07
Oggetto:
Infatti lo applico.
E ti ringrazio.
Ma il mio quesito era diverso, come ha intuito ciao457.
Kaharot - 29 Gen 2019 - 18:43
Oggetto:
Se c'è scritto "detto" generalmente si riferisce alla persona soggetto dell'atto. Nel caso si tratti di un soprannome di famiglia troverai "alias" o il cognome seguito subito dal soprannome. Quindi nel caso che poni tu dovrebbe intendersi come soprannome della persona a cui si riferisce l'atto.
vlepore47 - 29 Gen 2019 - 19:23
Oggetto:
Non so da altre parti, ma da noi il "detto" significa sempre soprannome di famiglia, mai soprannome della persona. "Alias" è assente o rarissimo negli atti civili. Raro, ma con li stesso significato di "detto", negli atti della parrocchia.
ginamarquardi - 29 Gen 2019 - 19:35
Oggetto:
Capito. Comunque il detto è dopo il nome del padre del neo padre;quindi, non avendo il neo padre cognome citato esplicitamente ma “zuanne quondam angelo sbirulino detto scalpi” ho il dubbio se si riferisca solo a Angelo o a tutta la famiglia
Kaharot - 30 Gen 2019 - 00:30
Oggetto:
Sappiamo che ci fosse un'ampia ignoranza nel passato, ma la parola "detto" indica chiaramente un soggetto maschile singolare, per cui la vedo difficile che possa indicare una famiglia, almeno in una generalità della faccenda. Se poi in qualche paese l'ignoranza era ancor più estesa che altrove e quel "detto" si riferiva a un'intera famiglia, questa è da considerarsi un'eccezione e non la regola. Nel caso succitato io ritengo che il soprannome si riferisca solo ad Angelo, ad ogni modo non è difficile confermare o smentire tale ipotesi, basta fare una ricerca sui fratelli e sul padre di Angelo e vedere se quel soprannome era riferito anche a loro (e quindi era soprannome della famiglia), se invece si riferisce solo ad Angelo e ai suoi diretti discendenti (figli, nipoti etc...) allora era originariamente un soprannome dato ad Angelo.
vlepore47 - 30 Gen 2019 - 01:16
Oggetto:
Ok fate come volete! Sulle disquisizioni semantiche delle parole e sul loro significato da Dante in poi non c'è di che discuterne. Mi riferivo solo al significato di "detto" negli atti di stato civile in Friuli dalla seconda metà del 1700 agli inizi del 1900. Se poi uno è convinto che nel caso citato si tratti di soprannome di persona, me ne farò una ragione!
ginamarquardi - 30 Gen 2019 - 08:28
Oggetto:
Ringrazio tutti.
Lo scambio di idee, non discussione intesa come tira e molla su due opinioni diverse, è sempre proficua. Ovviamente ognuno mette la sua esperienza, soprattutto per le usanze delle varie zone. Però, io in cerca di consigli, piuttosto che produrre indicizzazioni errate, preferisco chiedere. Cercherò i casi affini, parenti della stessa famiglia, così da togliermi residui di dubbi.
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by PNphpBB2 1.2f © 2003-2004 basato su phpBB 21.2f © 2001, 2002 phpBB Group
e da PNTheme 1.2 che usa i temi Grafici di Daz
e da Attachment-Mod 2.3.6