Conosciamoci meglio
     Chi siamo
     Collaboratori

 Forum di ricerca
     Ricerca Antenati in Italia
     Ricerca Antenati all'estero
     Search Italian Ancestors
     Retrouvez vos ancêtres italiens
     Busqueda antepasados en Italia
     Pesquisa Ancestrais na Itália
     Suche nach Italienischen Vorfahren
     Documenti antichi
Supporta anche tu
TuttoGenealogia.it
ALGA
darioroat
mariocap
mazzie74
ziadani


Sei un utente Anonimo. Puoi registrarti gratuitamente cliccando qui
Abbiamo 203 ospiti e 5 iscritti in linea
Siti consigliati
In questa sezione sono raccolti siti ritenuti utili od interessanti per le tue ricerche genealogiche. Se vuoi puoi proporne anche tu. [...]

Inoltre:
Opera in: NORD ITALIA
 RICCARDO DE SOCIO
Messaggio personale:
https://www.facebook.com/genealogistainitalia COSA OFFRO - costruzione di alberi genea...
Vedi il resto ...
Vuoi aderire anche tu ?


[visite:7921]


[visite:2301]


[visite:4573]


[visite:2273]


[visite:4335]


[visite:4413]


[visite:554]


[visite:285]


[visite:4073]


[visite:2168]


[visite:4627]


[visite:3584]


[visite:4195]


[visite:294]


[visite:451]


[visite:4063]


[visite:495]


[visite:8155]


[visite:3773]


[visite:2719]


[visite:2370]


[visite:2223]


[visite:2567]

Elenco completo
  FAQFAQ   CercaCerca   Lista degli utentiLista degli utenti   Gruppi utentiGruppi utenti   RegistratiRegistrati 
ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   LoginLogin 




Nuova discussione   Rispondi
Precedente Versione stampabile Messaggi privati Successivo
Autore Messaggio
darioroat
Livello1
Livello1


Registrato: 08 Mag 2016
Messaggi: 152
Località: Trento Via Aosta 16
Sostenitore di TuttoGenealogia.it [1ª donazione 2017]
Messaggio   Inviato: 19 Mag 2017 - 09:03 Rispondi citando Torna in cima

Gentile Forum,
penso che la mia domanda sia postata bene, perché un argomento di psicgenealogia non saprei dove collocarlo.
Fra i libri utili che TuttoGenealogia.it propone vi è quello di Anastasia Miszczyszyn (cognome difficile a scriversi ed a pronunciare) " Il potere delle radici" (sciogliere i nodi del destino, amare e prosperare con la psicogenealogia).
Ho letto e riletto il testo, come pure mia moglie. In rapida sintesi: come di generazione in generazione si trasmettono i caratteri somatici (Mendel docet!), anche il nostro comportamento, il nostro modo di agire, il nome dato ai nostri figli è influenzato dai nostri antenati e Anastasia Miszczyszyn con esempi alla mano ci dimostra questa correlazione ( q.e.d.-quod erat demostrandum).
Mi spiego meglio con due esempi pratici.
Primo esempio: il nome Dario è stato scelto da mia madre per ricordare suo fratello Dario, morto di tifo al'età di 5 anni nel 1922. Mia madre (nata nel 1911) faceva da madre al fratello Dario e narrava anche della diagnosi errata fatta dal medico, che si era presentato a casa per la visita ubriaco.
Secondo esempio: mia madre all'età di circa 6 anni con la famiglia era stata costretta dal Governo austro- ungarico causa la prima guerra mondiale a lasciare il proprio paese natale Tenna (Valsugana) per Mittendorf (Moravia). Il ritorno a casa, il lavoro duro dei campi. Nel 1938 il matrimonio e lo stesso giorno del matrimonio partenza per l'Australia (Gran Deserto Sabbioso)...
Quindi per lei sposarsi si, ma non avere figli, al massimo uno, la vita è troppo dura... ed io ho avuto un sol figlio.
Secondo voi, pensando ai vostri antenati e ai miei due esempi (è importante però leggere il testo di Anastasia Miszczszyn - reperibile quasi sicuramente nella biblioteca della vostra città),siamo influenzati dai nostri ascendenti paterni e materni
nelle scelte importanti della nostra vita?
Dario Roat

_________________
Giorgio(1563)-Giorgio(1589)-Giacomo(1622)-Giacomo(1652)-Andrea(1703)-Giacomo(1731)-Antonio(1767)-Cristoforo(1804)-Daniele(1855)-Amerigo(1898)-Dario(1940)-Enrico(1970)
Profilo Messaggio privato Invia email Homepage
gianantonio_pisati
Livello6
Livello6


Registrato: 26 Set 2008
Messaggi: 1402
Località: Castelnuovo Bocca d'Adda (Lodi)
Messaggio   Inviato: 19 Mag 2017 - 12:47 Rispondi citando Torna in cima

Io non penso. Ognuno è diverso, già i fratelli e le sorelle sono diversi tra di loro.

_________________
io 1983-G.Pietro 1955-Antonio 1920-Carlo Andrea 1886-Pietro 1850-Giulio 1812-G.Batta 1789-Francesco M. 1760-G.Batta 1717-Francesco M. 1692-G.Batta 1657-Carlo G. 1629-G.Batta 1591-G.Andrea 1565-Pietro-G.Francesco-Pietro di Bartolomeo BROFFADELLI e Rosa PISATI di Leonino-Bertolino-Leonino? (v. 1428)
Profilo Messaggio privato
piacentino
Livello3
Livello3


Registrato: 03 Dic 2005
Messaggi: 623
Località: Maturìn-Estado Monagas-Venezuela
Messaggio   Inviato: 19 Mag 2017 - 14:00 Rispondi citando Torna in cima

Sono diversi i modi come i nostri antenati possono influenzare sulle nostre vite.I geni influenzano profondamente la costituzione fisica e il comportamento. Oltre i geni, trasmessi a noi dai nostri antenati, ci sono fattori familiari, sopratutto le tradizioni familiari, conservati nella nostra famiglia e che si riferiscono alle professioni, cibi preferenti, costumi particolari conservate dalle diverse generazioni della famiglia. Abbiamo conosciuto , ad essempio, tantissime famiglie dove è una "tradizione" essere medici, avvocati, ortolani, viticultori, e tanti altri professioni e mestieri. Anche il gusto per le arti, la musica, uno sport in particolare puo essere tante volte "tradizionale della famiglia",anche come la religiosità.Anche ci sono fattori comportamentali, non genetici, ma trasmessi dal genitori ai figli , studiati a fondo da Freud, che portano all'acquisizione di valori e principi attraverso il processo di identificazione dei bimbi con figure familiari attuali o storici e di imitazione di queste figure familiari. Ma non siamo tutti uguali, a causa dell'influenza di fattori ambientali e circostanziali che ci fanno prendere, tante volte, percorsi totalmente differenti

_________________
Ivan>Eugenio>Carlo>Giovanni>Luigi Bernardino>Carlo>Francesco
Profilo Messaggio privato
gianantonio_pisati
Livello6
Livello6


Registrato: 26 Set 2008
Messaggi: 1402
Località: Castelnuovo Bocca d'Adda (Lodi)
Messaggio   Inviato: 19 Mag 2017 - 16:38 Rispondi citando Torna in cima

Per quanto riguarda i lavori, nei secoli passati uno faceva il lavoro del padre, volente o nolente. Al massimo i benestanti si scambiavano le professioni di medico, ingegnere, avvocato, professore.

_________________
io 1983-G.Pietro 1955-Antonio 1920-Carlo Andrea 1886-Pietro 1850-Giulio 1812-G.Batta 1789-Francesco M. 1760-G.Batta 1717-Francesco M. 1692-G.Batta 1657-Carlo G. 1629-G.Batta 1591-G.Andrea 1565-Pietro-G.Francesco-Pietro di Bartolomeo BROFFADELLI e Rosa PISATI di Leonino-Bertolino-Leonino? (v. 1428)
Profilo Messaggio privato
filigio
Visitatore
Visitatore


Registrato: 26 Mar 2017
Messaggi: 39

Messaggio   Inviato: 19 Mag 2017 - 17:15 Rispondi citando Torna in cima

A mio avviso (premetto che non ho letto il libro ma cerco di andare a logica) siamo influenzati dalla nostra famiglia quando abbiamo un contatto diretto con i nostri parenti e le loro esperienze, se fossimo all'oscuro del loro passato non credo che nel DNA possano imprimersi condizionamenti in così poco tempo. Ma quando si parla di cose, che sono al di là della nostra conoscenza, mi piace sempre chiudere il discorso dicendo: - "Però anche tempo addietro eravamo convinti che la terra fosse piatta ed invece..."
Profilo Messaggio privato
MamyClo
Livello2
Livello2


Registrato: 31 Lug 2009
Messaggi: 367
Località: France
Sostenitore di TuttoGenealogia.it [1ª donazione 2017]
Messaggio   Inviato: 19 Mag 2017 - 18:32 Rispondi citando Torna in cima

Penso avere capito gli messaggi... Ma non sono in misura di tradurre tutto. Prego di scusarmi

Libri che hanno aiuto per " me débarasser des casseroles léguées par mes ancêtres"
ELIACHEF Caroline: La Famille dans tous ses états.

La psychanalyse des adultes laisse penser qu’il est souhaitable d’analyser la souffrance des tout-petits avant que leurs troubles ne soient fixés.

ANGEL Pierre - MAZET Philippe Guérir les souffrances familiales
… De nombreux auteurs s’intéressent à la transmission transgénérationnelle, l’idée étant qu’il existerait « un héritage psychologique ».
… Certaines méthode comme le génogramme, permet de mieux cerner un fonctionnement familial tant dans l’ici et maintenant que dans le passé, et dans l’histoire des générations précédentes
Le passé ne se laisse jamais oublier. Ce qui fait continuité dans les familles, entre les générations et les membres du groupe, ce qui est commun et partagé, renvoie à la généalogie.
…Ce qui a été retenu, dénié ou caché par une génération ne restera pas inaccessible aux générations suivantes Des restes, des traces ou des interdits concernant ce qui est advenu aux uns seront transmis aux autres et à leur charge.
… Pour chacun, pour chaque génération, hériter correspond à se saisir ou se défendre de quelque chose qui lui appartient et qui lui est étranger. Cette charge mais aussi ce travail font lien entre les générations et les sujets, inscrivant chacune et chacun dans une continuité et une différenciation.

Hervé et Mireille ScalaDes ancêtres encombrants ?

Se questi libri sono in italiano le consiglio

Storia della mia famiglia.
Mia bisnona non vogliava che la nona si sposava con mio nono (troppo vecchio, con un figlio)
la nona non accetava mio padre (italiano)
mia madre opporreva un riffutio al mio matrimonio con un americano (da 57anni sono con il mio marito francese!)
io il primo compagno della prima figlia non fu accoglieto a braccia aperte (non l'ha sposato)
e questa figlia non li piace il amore della sua figlia!

Grazie alla genealogia ritrovo sia in Francia che in Italia, di generazione in generazione questi nome Claude, Dominique (Domenico, Domenica), Hélène, Agnès

_________________
Claudia >> Gerardo/Geneviève >> Giacomo / Rechilde >> Domenico / Anna Maria >> Giacomo / Domenica >> Florendo /Teresa

France >> Tomba di Meretto (1791)>> Gradisca di Sedegliano (1360) >> Feletto Umberto (1688)
Contenuto visibile agli Utenti registrati!
Registrati o esegui il Login!
Profilo Messaggio privato
piacentino
Livello3
Livello3


Registrato: 03 Dic 2005
Messaggi: 623
Località: Maturìn-Estado Monagas-Venezuela
Messaggio   Inviato: 19 Mag 2017 - 19:53 Rispondi citando Torna in cima

Il Super-Ego si forma verso il quinto anno di età e differenzia (per grado e non per natura) l’uomo dall’animale; è la sede della coscienza morale e del senso di colpa. Il Super-Ego nasce come interiorizzazione dell’autorità familiare e si sviluppa successivamente come interiorizzazione, in prima istanza, di ideali, di valori, modi di comportamento dei genitori (od altri membri della famiglia: nonni, zii) con i quali il bambino si è identificato. E questi valori, ideali e modi di comportamento sono, da solito, storici, trasmessi dai maggiori ai piccoli che si sviluppano . Il costante riferimento alle azioni degli antenati, i suoi valori, i suoi principi, i suoi concetti morali e/o religiosi, i loro sforzi per vivere . decentemente, onestamente, è una fonte di 'imitazione per formare quello che sarà il super ego di ogniuno. E la genealogia che non si limita solo ai nomi e dati di nascita, ma alla ricerca sulle storie di vita degli antenati è una risorsa importante per sapere chi erano e come vivevano i nostri piu antichi Avi

_________________
Ivan>Eugenio>Carlo>Giovanni>Luigi Bernardino>Carlo>Francesco
Profilo Messaggio privato
filigio
Visitatore
Visitatore


Registrato: 26 Mar 2017
Messaggi: 39

Messaggio   Inviato: 19 Mag 2017 - 20:02 Rispondi citando Torna in cima

Nella ripetizione degli eventi bisogna tener conto anche dell'aspetto probabilistico, certe cose possono succedere a tutti, ma spesso se non c'è un passato che s'intrecci ce ne dimentichiamo.
Profilo Messaggio privato
gianantonio_pisati
Livello6
Livello6


Registrato: 26 Set 2008
Messaggi: 1402
Località: Castelnuovo Bocca d'Adda (Lodi)
Messaggio   Inviato: 19 Mag 2017 - 20:41 Rispondi citando Torna in cima

Con l'altissimo numero di antenati che ognuno di noi ha e che aumentano in maniera esponenziale ad ogni generazione, abbiamo così tanti ascendenti che, per la legge della probabilità, abbiamo sicuramente qualcosa in comune con loro. Arrivati al medioevo sono milioni di persone, anche ammesso che qualche ramo si intrecci con altri.

_________________
io 1983-G.Pietro 1955-Antonio 1920-Carlo Andrea 1886-Pietro 1850-Giulio 1812-G.Batta 1789-Francesco M. 1760-G.Batta 1717-Francesco M. 1692-G.Batta 1657-Carlo G. 1629-G.Batta 1591-G.Andrea 1565-Pietro-G.Francesco-Pietro di Bartolomeo BROFFADELLI e Rosa PISATI di Leonino-Bertolino-Leonino? (v. 1428)
Profilo Messaggio privato
darioroat
Livello1
Livello1


Registrato: 08 Mag 2016
Messaggi: 152
Località: Trento Via Aosta 16
Sostenitore di TuttoGenealogia.it [1ª donazione 2017]
Messaggio   Inviato: 20 Mag 2017 - 21:50 Rispondi citando Torna in cima

Gentile MamyClo,
in libri che tu hai citato a quanto mi è dato sapere non sono tradotti in italiano.
C'è, invece, un testo molto interessante tradotto in italiano:
Anne Ancelin Schutzenberger " La sindrome degli antenati ".
Titolo in francese: " Aie, mes aieux! Liens, transgenrationnes, secrets de familie....". Il testo in francese è giunto alla 15° edizione e alla terza ristampa in Italia.

Dario Roat

_________________
Giorgio(1563)-Giorgio(1589)-Giacomo(1622)-Giacomo(1652)-Andrea(1703)-Giacomo(1731)-Antonio(1767)-Cristoforo(1804)-Daniele(1855)-Amerigo(1898)-Dario(1940)-Enrico(1970)
Profilo Messaggio privato Invia email Homepage
MamyClo
Livello2
Livello2


Registrato: 31 Lug 2009
Messaggi: 367
Località: France
Sostenitore di TuttoGenealogia.it [1ª donazione 2017]
Messaggio   Inviato: 21 Mag 2017 - 09:00 Rispondi citando Torna in cima

darioroat ha scritto:
Gentile MamyClo,
in libri che tu hai citato a quanto mi è dato sapere non sono tradotti in italiano.
C'è, invece, un testo molto interessante tradotto in italiano:
Anne Ancelin Schutzenberger " La sindrome degli antenati ".
Titolo in francese: " Aie, mes aieux! Liens, transgenrationnes, secrets de familie....". Il testo in francese è giunto alla 15° edizione e alla terza ristampa in Italia.

Dario Roat


l'ho letto.

_________________
Claudia >> Gerardo/Geneviève >> Giacomo / Rechilde >> Domenico / Anna Maria >> Giacomo / Domenica >> Florendo /Teresa

France >> Tomba di Meretto (1791)>> Gradisca di Sedegliano (1360) >> Feletto Umberto (1688)
Contenuto visibile agli Utenti registrati!
Registrati o esegui il Login!
Profilo Messaggio privato
claudio19
Livello1
Livello1


Registrato: 07 Mag 2009
Messaggi: 109

Messaggio   Inviato: 21 Mag 2017 - 17:46 Rispondi citando Torna in cima

Siamo divisi in caste, da che mondo è mondo, ogni tanto la storia permette passaggi da una casta all'altra......
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:     
Vai a:  
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Nuova discussione   Rispondi
Precedente Versione stampabile Messaggi privati Successivo



Home Termini d'uso Privacy Contattaci Chi siamo Backend
© TuttoGenealogia.it è un dominio registrato
info@tuttogenealogia.it