Conosciamoci meglio
     Chi siamo
     Collaboratori

 Forum di ricerca
     Ricerca Antenati in Italia
     Ricerca Antenati all'estero
     Search Italian Ancestors
     Retrouvez vos ancêtres italiens
     Busqueda antepasados en Italia
     Pesquisa Ancestrais na Itália
     Suche nach Italienischen Vorfahren
     Documenti antichi
Supporta anche tu
TuttoGenealogia.it
claudio19
darioroat
edoardomu..
ery1
jfsebasti..
nodo
pisuti
sonia67


Sei un utente Anonimo. Puoi registrarti gratuitamente cliccando qui
Abbiamo 164 ospiti e 8 iscritti in linea
Siti consigliati
In questa sezione sono raccolti siti ritenuti utili od interessanti per le tue ricerche genealogiche. Se vuoi puoi proporne anche tu. [...]

Inoltre:
Opera in: CALABRIA
 BAFFA GIUSEPPE
Messaggio personale:
Thanks to experience and knowledge acquired over the years, I’m able to do research at library, r...
Vedi il resto ...
Vuoi aderire anche tu ?


[visite:7823]


[visite:2206]


[visite:4487]


[visite:2183]


[visite:4246]


[visite:4331]


[visite:469]


[visite:217]


[visite:3983]


[visite:2056]


[visite:4539]


[visite:3504]


[visite:4106]


[visite:187]


[visite:356]


[visite:3973]


[visite:410]


[visite:8013]


[visite:3687]


[visite:2648]


[visite:2241]


[visite:2105]


[visite:2470]

Elenco completo
  FAQFAQ   CercaCerca   Lista degli utentiLista degli utenti   Gruppi utentiGruppi utenti   RegistratiRegistrati 
ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   LoginLogin 




Nuova discussione   Rispondi
Precedente Versione stampabile Messaggi privati Successivo
Autore Messaggio
Caldie
Visitatore
Visitatore


Registrato: 03 Set 2017
Messaggi: 2

Messaggio   Inviato: 12 Set 2017 - 15:48 Rispondi citando Torna in cima

Ciao a tutti! Da un po’ di tempo sto cercando, assieme a mio padre, di ricostruire l’albero genealogico e la storia della mia famiglia paterna, Garulli, che ha vissuto (fino a circa 60 anni fa) in una frazione di Peglio, un piccolo Comune in provincia di Pesaro-Urbino. Sono riuscita a risalire al nome del mio 5° avolo (spero si dica così), Domenico, probabilmente nato tra la fine del ‘700 ed i primi dell’800, grazie agli atti notarili relativi alla casa in cui la famiglia viveva. Del figlio di Domenico, Luigi (mio trisavolo), credo di conoscere solo la data di morte (1863) perché nel 1863 la casa viene ereditata dai figli e dalla moglie. Ho poi consultato gli atti dell’archivio di stato di Pesaro su” Family Search” e su “Antenati” riuscendo a costruire un albero genealogico abbastanza completo a partire dal 1837.
Avrei qualche domanda:
1) Per i dati antecedenti il 1863 (data da cui partono i documenti di “Antenati”) devo rivolgermi esclusivamente alla parrocchia di cui facevano parte allora? La parrocchia è stata chiusa attorno agli anni sessanta.
2) Un fratello del mio trisavolo, Celeste, risulta abbia avuto tre figli da una donna che non aveva sposato (la dicitura riportata in tutti e tre gli atti è “…nata da una donna non maritata, non parente, né affine con lui…); i due si sposano però nel 1901 ed i figli risultano legittimati. Ora mi chiedo: i due potrebbero essersi sposati all’inizio solo con rito religioso? Quale può essere la ragione? La donna in questione nel 1894 risulta negli atti catastali tra gli acquirenti di una porzione di terreno, assieme ai fratelli del marito (il nome del marito non c’è), quindi poteva esserci un qualche interesse economico?
3) Vado fuori argomento: il terreno in questione faceva parte, se ho capito bene, di una “Cappellania” goduta dai fratelli Garulli e da un certo Teodori Giuseppe chierico (che non mi risulta essere imparentato): significa forse che dovevano corrispondergli delle rendite o erano co-proprietari?
Scusate se mi sono dilungata troppo!
Profilo Messaggio privato
erborista
Livello1
Livello1


Registrato: 10 Giu 2013
Messaggi: 177

Messaggio   Inviato: 12 Set 2017 - 18:10 Rispondi citando Torna in cima

benvenuta nel forum,

domanda 1: per gli atti religiosi dovrebbe esserci un Archivio Diocesano.
domanda 2: bisogna vedere quando sono nati i figli. Dopo la presa di porta Pia del 1870 i rapporti Stato - Chiesa erano rotti. Quindi il matrimonio religioso per l'anagrafe non aveva effetto e bisognava risposarsi in Comune. Molti lo ignoravano e lo scoprivano quando dovevano dichiarare la nascita del figlio. Però non escluderei altre ragioni. Ad esempio la mancanza del consenso paterno. Ho notato diversi casi di matrimoni celebrati dopo la morte del genitore.

Attendiamo altri pareri...
Profilo Messaggio privato
Luca.p
Staff
Staff


Registrato: 13 Nov 2005
Località: Terni
Sostenitore di TuttoGenealogia.it [1ª donazione 2017]
Messaggio   Inviato: 12 Set 2017 - 18:12 Rispondi citando Torna in cima

Caldie ha scritto:
Ciao a tutti! Da un po’ di tempo sto cercando, assieme a mio padre, di ricostruire l’albero genealogico e la storia della mia famiglia paterna, Garulli, che ha vissuto (fino a circa 60 anni fa) in una frazione di Peglio, un piccolo Comune in provincia di Pesaro-Urbino. Sono riuscita a risalire al nome del mio 5° avolo (spero si dica così), Domenico, probabilmente nato tra la fine del ‘700 ed i primi dell’800, grazie agli atti notarili relativi alla casa in cui la famiglia viveva. Del figlio di Domenico, Luigi (mio trisavolo), credo di conoscere solo la data di morte (1863) perché nel 1863 la casa viene ereditata dai figli e dalla moglie. Ho poi consultato gli atti dell’archivio di stato di Pesaro su” Family Search” e su “Antenati” riuscendo a costruire un albero genealogico abbastanza completo a partire dal 1837.
Avrei qualche domanda:
1) Per i dati antecedenti il 1863 (data da cui partono i documenti di “Antenati”) devo rivolgermi esclusivamente alla parrocchia di cui facevano parte allora? La parrocchia è stata chiusa attorno agli anni sessanta.
2) Un fratello del mio trisavolo, Celeste, risulta abbia avuto tre figli da una donna che non aveva sposato (la dicitura riportata in tutti e tre gli atti è “…nata da una donna non maritata, non parente, né affine con lui…); i due si sposano però nel 1901 ed i figli risultano legittimati.
Ora mi chiedo: i due potrebbero essersi sposati all’inizio solo con rito religioso? Sicuramente sì
Quale può essere la ragione? Nei territori dell'ex Stato Pontificio, anche dopo l'Unità, si continuava a ritenere il matrimonio religioso l'unico e vero matrimonio. Se qualcuno si fosse sposato solo civilmente, senza passare per la cerimonia religiosa, sarebbe stato considerato uno scandalo insanabile e gli sposi trattati come appestati, per cui tutti si preoccupavano di sposarsi secondo tradizione, snobbando il "matrimonio dei Savoia". Con il tempo poi si resero conto un po' tutti delle complicazioni a livello giuridico nel non vedersi riconosciuta la qualità di coniugi da parte dello Stato e di conseguenza il riconoscimento dei figli da parte della mamma e anche problemi legati agli assi ereditari così tutti, prima o poi, si sposavano anche civilmente e riconoscevano la prole nata precedentemente.
La donna in questione nel 1894 risulta negli atti catastali tra gli acquirenti di una porzione di terreno, assieme ai fratelli del marito (il nome del marito non c’è), quindi poteva esserci un qualche interesse economico?
3) Vado fuori argomento: il terreno in questione faceva parte, se ho capito bene, di una “Cappellania” goduta dai fratelli Garulli e da un certo Teodori Giuseppe chierico (che non mi risulta essere imparentato): significa forse che dovevano corrispondergli delle rendite o erano co-proprietari?
Scusate se mi sono dilungata troppo!
Profilo Messaggio privato Invia email
Caldie
Visitatore
Visitatore


Registrato: 03 Set 2017
Messaggi: 2

Messaggio   Inviato: 12 Set 2017 - 22:30 Rispondi citando Torna in cima

Buonasera e grazie per le risposte! Per quanto riguarda gli atti religiosi, sono in attesa di notizie dall'Archivio di Urbania per capire se quelli relativi alla parrocchia in questione (Santa Mustiola) sono custoditi qui o ad Urbino.

Per quanto riguarda invece i tre i bambini nati dall'unione religiosa, essi nacquero nel 1886,1888 e nel 1892.
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:     
Vai a:  
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Nuova discussione   Rispondi
Precedente Versione stampabile Messaggi privati Successivo



Home Termini d'uso Privacy Contattaci Chi siamo Backend
© TuttoGenealogia.it è un dominio registrato
info@tuttogenealogia.it