Conosciamoci meglio
     Chi siamo
     Collaboratori

 Forum di ricerca
     Ricerca Antenati in Italia
     Ricerca Antenati all'estero
     Search Italian Ancestors
     Retrouvez vos ancêtres italiens
     Busqueda antepasados en Italia
     Pesquisa Ancestrais na Itália
     Suche nach Italienischen Vorfahren
     Documenti antichi
Supporta anche tu
TuttoGenealogia.it
Siti consigliati
In questa sezione sono raccolti siti ritenuti utili od interessanti per le tue ricerche genealogiche. Se vuoi puoi proporne anche tu. [...]

Inoltre:
Opera in: TOSCANA
 ENRICO DAVINI
Messaggio personale:
Eseguo ricerche genealogiche in tutta Italia, con particolare esperienza negli Archivi della Tosc...
Vedi il resto ...
Vuoi aderire anche tu ?


[visite:8799]


[visite:718]


[visite:5473]


[visite:2947]


[visite:5252]


[visite:5342]


[visite:1599]


[visite:5553]


[visite:4611]


[visite:4949]


[visite:1081]


[visite:5037]


[visite:1504]


[visite:9586]


[visite:664]


[visite:4943]


[visite:3404]


[visite:414]


[visite:3357]

Elenco completo
  FAQFAQ   CercaCerca   Lista degli utentiLista degli utenti   Gruppi utentiGruppi utenti   RegistratiRegistrati 
ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   LoginLogin 





Nuova discussione   Rispondi
Precedente Versione stampabile Messaggi privati Successivo
Autore Messaggio
orma54
Livello1
Livello1


Registrato: 13 Mar 2009
Messaggi: 63
Località: Genova
Messaggio 5 Inviato: 20 Mar 2009 - 18:28 Rispondi citando Torna in cima

Ciao a tutti i ricercatori. Questa foto é di mio nonno Mattarini Pietro, il primo a letto a destra, ricoverato nell'Ospedale Territoriale di......non so. Sotto si può leggere la dedica, ma nn dice dov'é.
Contenuto visibile agli Utenti registrati!
Registrati o esegui il Login!


Qualcuno sa dirmi come rintracciare questo ospedale? Mio nonno è stato ferito nel combattimento di Monte Coston il 19 settembre 1915.
Grazie
orma Very Happy
Profilo Messaggio privato
carmela
Livello1
Livello1


Registrato: 10 Mar 2009
Messaggi: 93

Messaggio   Inviato: 20 Mar 2009 - 18:48 Rispondi citando Torna in cima

scusa l'ignoranza ma in che zona si trova monte coston??
Profilo Messaggio privato
carmela
Livello1
Livello1


Registrato: 10 Mar 2009
Messaggi: 93

Messaggio   Inviato: 20 Mar 2009 - 18:59 Rispondi citando Torna in cima

Ho trovato questo quindi bisogna sapere la zona in cui si trova il monte...in pratica erano prima dei treni ospedali che in seguito si trasformarono in postazioni fisse.....

Dopo un breve periodo di pace nel 1915 l’Esercito si mobilita per la 1a Guerra Mondiale e con esso il Corpo Militare.

Vengono approntati immediatamente quattro Treni Ospedale, otto Posti di Soccorso, un Ospedale da Campo, un Ospedale Territoriale a Roma.

Dal 1916, durante le battaglie dell’Isonzo e la disfatta di Caporetto del 1917, i Treni Ospedale vengono messi a disposizione del Comando della 3a Armata.

I Treni in pratica saranno dei veri e propri Ospedali viaggianti per la lunga durata dei trasferimenti dovuta a soste per interruzioni e bombardamenti. In quattro stazioni - Roma, Bologna, Milano e Padova - vengono realizzati grandi magazzini, ciascuno diviso in quattro settori quanti erano i Treni. Per ciascun Treno capienti scaffali contenevano il ricambio della biancheria e degli effetti "letterecci", prodotti farmaceutici, disinfettanti, viveri e attrezzature sanitarie.

Complessivamente i quattro treni trasporteranno dai vari fronti agli Ospedali Territoriali distribuiti nel territorio nazionale ben 148.016 infermi, percorrendo 483.848 KM. per un complesso di 641 viaggi.

Gli otto Posti di Soccorso furono dislocati a ridosso del fronte a Gemona - Casarza - Montebelluna – Udine - Cormons - Ala Avio - Castelfranco Veneto – Trento - Monselice - (poi a Monfalcone e Trieste), ed erano costituiti ciascuno da 1 Ufficiale Medico e 12 Sottufficiali infermieri. Inizialmente ebbero il compito di prestare solo soccorsi di urgenza nei pressi delle stazioni ferroviarie, ma successivamente per le sempre più pressanti esigenze di questa lunga, estenuante guerra, diventarono veri e propri ospedaletti da campo che, adeguatamente potenziati, fornirono assistenza anche alla popolazione civile.

Complessivamente gli otto Posti di Soccorso praticarono 87.390 prestazioni a militari e civili.

L’Ospedale da campo da 100 letti venne impiantato a Togliano, vicino a Cividale del Friuli, in un antico castello semidiroccato dei Vescovi di Aquileia, restaurato per l’occasione dall’Associazione dei Cavalieri Italiani dell’Ordine. Durante la ritirata di Caporetto, l’Ospedale fu sgomberato su Udine. Nei ventisei mesi in cui è attivo ricovera più di 2.000 infermi.

Il Corpo Militare impiantò infine l’Ospedale Santa Marta in Roma, (Ospedale Pontificio, messo a disposizione dell’Ordine da Sua Santità Benedetto XV),

capace di 350 posti letto e fornì 5.210 prestazioni offrendo agli infermi quanto la scienza poteva consentire.

Questa l’opera del Corpo Militare durante i quattro anni della 1a Guerra Mondiale, al termine della quale, lo Stendardo del Corpo venne decorato con una Croce di Guerra al Valor Militare e una Croce di Guerra al Merito "per le prove continue di abnegazione, di ardire e di alto senso del dovere sempre e dovunque dimostrate". Seguirono i riconoscimenti delle più alte Autorità Governative e dei Sindaci dei territori in cui il Corpo si era prodigato.
Profilo Messaggio privato
Borgafr
Livello2
Livello2


Registrato: 16 Ott 2004
Messaggi: 407
Località: Bruxelles
Messaggio   Inviato: 20 Mar 2009 - 22:04 Rispondi citando Torna in cima

Ecco dove si trova:
Prima linea difensiva italiana fino al 1916, con trincee e camminamenti, postazioni in caverna per artiglierie, baracche, un monumento austro-ungarico del 1917 e masso con madonnina scolpita, usato da austriaci come pietra tombale per caduti italiani (Monte Coston)
LOCAZIONE: Lastebasse (Vi)

borgafr
Profilo Messaggio privato Invia email Homepage
orma54
Livello1
Livello1


Registrato: 13 Mar 2009
Messaggi: 63
Località: Genova
Messaggio   Inviato: 22 Mar 2009 - 11:14 Rispondi citando Torna in cima

Si, ho trovato Monte Coston, gruppo Tonezza-Cimone, prealpi Lombardo-Venete, val d'Astico, comune di Lastebasse, provincia di Vicenza. Ad Arsiero, comune ai piedi dell valle, c'era un ospedale, il n° 8.
Smile rnella
Profilo Messaggio privato
orma54
Livello1
Livello1


Registrato: 13 Mar 2009
Messaggi: 63
Località: Genova
Messaggio   Inviato: 22 Mar 2009 - 11:35 Rispondi citando Torna in cima

Questo é da leggere: é il diario di un soldato che ha combattuto praticamente fianco a fianco con mio nonno. Non ho parole: é molto commovente.
Contenuto visibile agli Utenti registrati!
Registrati o esegui il Login!


Ornella
Profilo Messaggio privato
Jack_Burton
Esperto
Esperto


Registrato: 01 Gen 2007
Messaggi: 2069
Località: Torino
Messaggio   Inviato: 22 Mar 2009 - 20:29 Rispondi citando Torna in cima

Commuovente davvero questo diario.
Mio nonno fu ricoverato nello stesso ospedale per lo stesso tipo di ferita (alla gamba).
Anche la sua ando' in cancrena e venne ripetuttamente amputata.
Dopo ben due anni di ospedale militare riusci' comunque a sopravvivere, anche se mori' 15 anni dopo a causa di un incidente.

Non ho idea del reparto dove combattè mio nonno, chissa', magari ha combattuto al fianco del tuo...

Jack

_________________
La vita va vissuta in avanti, ma capita all'indietro.
Vuoti del nostro passato siamo persi. (F.B.)
Profilo Messaggio privato Homepage
Jack_Burton
Esperto
Esperto


Registrato: 01 Gen 2007
Messaggi: 2069
Località: Torino
Messaggio   Inviato: 22 Mar 2009 - 20:37 Rispondi citando Torna in cima

Qual'e' tuo nonno?
e chi sono i due tipi eleganti in primo piano?

Jack

_________________
La vita va vissuta in avanti, ma capita all'indietro.
Vuoti del nostro passato siamo persi. (F.B.)
Profilo Messaggio privato Homepage
orma54
Livello1
Livello1


Registrato: 13 Mar 2009
Messaggi: 63
Località: Genova
Messaggio   Inviato: 23 Mar 2009 - 17:46 Rispondi citando Torna in cima

Mio nonno é quello a letto in primo piano, ma della foto nn so altro. Ci vorrebbe un colpo di ...fortuna, trovare qualcuno che ha la stessa foto! Su internet nn si sa mai.
Mio nonno la gamba l'ha riportata a casa, ma la pallottola che lo ha colpirto era una dum-dum, nn so se hai presente....Ha patito dolori tremendi ed ha subito decine di operazioni per le schegge che si staccavano in continuazione dal'osso. Come se tutto questo nn fosse bastato ha visto un figlio partire per la guerra, mio padre, e farsi la ritirata di Russia a piedi, dal Don fino a Trieste, e un altro figlio deportato in un campo di concentramento e ritornato ammalato di tisi.
Che schifo la guerra!
orma
Profilo Messaggio privato
Jack_Burton
Esperto
Esperto


Registrato: 01 Gen 2007
Messaggi: 2069
Località: Torino
Messaggio   Inviato: 24 Mar 2009 - 12:50 Rispondi citando Torna in cima

si, ho presente le dum dum...non a caso sono poi state vietate.

Jack

_________________
La vita va vissuta in avanti, ma capita all'indietro.
Vuoti del nostro passato siamo persi. (F.B.)
Profilo Messaggio privato Homepage
Mostra prima i messaggi di:     
Vai a:  
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Nuova discussione   Rispondi
Precedente Versione stampabile Messaggi privati Successivo



Home Termini d'uso Privacy Contattaci Chi siamo Backend
© TuttoGenealogia.it è un dominio registrato
info@tuttogenealogia.it