Progetto Mantova (1805-1815): Promesse di Matrimonio

Ti serve un aiuto per decifrare un atto o interpretare un nome? Posta qui le tue richieste e il gruppo di auto-aiuto ti aiuterà a sciogliere i tuoi dubbi relativi all’indicizzazione. Qui troverai anche le note ufficiali del Support di FamilySearch.

Moderatori: Okbash, Staff

Rispondi
Avatar utente
vlepore47
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 845
Iscritto il: martedì 13 dicembre 2005, 14:57
Località: Gemona
Contatta:

Progetto Mantova (1805-1815): Promesse di Matrimonio

Messaggio da vlepore47 »

Leggo tra le regole predisposte da ZiaDani per questo Progetto, che
" Secondo le indicazioni di FS e dell'Archivio di Stato di Mantova, le "promesse di matrimonio" devono essere indicizzate."
Questa cosa mi suona davvero strana anche perché i form di acquisizione prevedono solo Nascite, Morti e Matrimoni. E non mi pare che i fidanzamenti possano essere equiparati ai matrimoni.
C'è qualcuno che sa come dovrebbero essere acquisite?

Avatar utente
gmoccaldi
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 618
Iscritto il: giovedì 12 agosto 2010, 9:12
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da gmoccaldi »

A me è capitato di trovare, nello stesso batch, sia atti di matrimonio che "promesse". Cerco di spiegarmi meglio: fino ad una certa data (che ora non ricordo, ma credo fosse 1814 o 1815) nel registro erano presenti gli atti di matrimonio; di lì in poi, solo "promesse". Anche l'intestazione di queste ultime era diversa: non compariva più "Regno d'Italia", ma "governo provvisorio"; e la formulazione dell'atto era sostanzialmente diversa. L'idea che mi sono fatto è che, con la caduta di Napoleone, si sia voluto tornare indietro rispetto al Codice Napoleonico, con una sorta di compromesso. In sostanza, in questi nuovi atti, gli sposi semplicemente comunicavano al governo civile la loro intenzione di sposarsi con il rito religioso. Immagino che, a questo punto, il vero "matrimonio" sarebbe stato quello celebrato in Chiesa. Di conseguenza (è sempre una mia idea) non si troverebbero mai, nei registri di stato civile, gli atti di matrimonio corrispondenti a quelle promesse; quindi, se non venissero indicizzate, si perderebbero le relative informazioni. Spero che qualcuno più ferrato sulla storia di quel periodo possa fornire una spiegazione più accurata.
Concludo dicendo che in tali promesse non ho trovato tutte le informazioni che normalmente si trovano negli atti di matrimonio, e mi sono limitato ad inserire quelle presenti.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite