66 generazioni?!

Nel corso delle tue ricerche hai trovato un atto che riguarda una persona famosa? Ti è capitato di trovare un atto contenente qualche curiosità? Un nome veramente particolare? Questo è il posto giusto per segnalarlo.
Avatar utente
Vincenzo50
Livello3
Livello3
Messaggi: 614
Iscritto il: domenica 27 aprile 2014, 9:05
Località: Rivarolo (TO)
Contatta:

Messaggio da Vincenzo50 »

hai avuto risposte dall'AdS di padova?

se no, mi dici che dati hai dell'ufficiale?

All'archivio di stato di Padova c'è un volontario che fa una ricerca sui trovatelli, fammi sapere se ti interessa contattarlo.

Ciao

Vincenzo

pierluigic
Livello1
Livello1
Messaggi: 62
Iscritto il: mercoledì 21 maggio 2008, 0:56
Contatta:

Re: 66 generazioni?!

Messaggio da pierluigic »

un post suggestivo ma la cui fondatezza e' sicuramente indimostrabile

Ora e' chiaro che poiche' noi tutti siamo qua e' evidente che i nostri antenati esistono fino a quei primi esseri primitivi che mezzi uomini e mezze scimmie popolavano le terre emerse
Ma riuscire a dare una concretezza ai personaggi di questa catena in maniera documentale , come occorre in una seria ricerca genealogica lo ritengo impossibile

Il cognome moderno in Italia compare intorno tra il 1150 e il 1200 . Solo nell'area veneta il cognome compare con un centinaio di anni di anticipo. Inizialmente il cognome e' appannaggio solo delle famiglie del ceto dirigente e la sua diffusione al resto della popolazione e' estremamente lenta tanto che all'alba del 1800 in alcuni luoghi isolati e scarsamente abitati era ancora in disuso nonostante il Concilio di Trento

Nel caso di questo post il cognome non ci puo' fare da guida perche' i legami familiari saltano dal maschile al femminile e viceversa. E i luoghi si spostano ad un certo punto verso l'area bizantina
Nemmeno il DNA ci puo' essere utile perche' in parte i personaggi sono uomini e in parte donne

E' giustissimo fare grandissimi sforzi per capire chi fosse quel fanciullo abbandonato perche' e' giusto per ognuno cercare di comprendere la propria storia e quella dei propri antenati ma mantenendo pero' i piedi per terra

Sappiamo che nei battesimi del quattro cinquecento ( dove li troviamo ) in Italia spesso non viene nominato neanche il nome della madre
Invece in questa sequenza genealogica si pensa sia possibile documentare mogli e madri vissute in regioni lontanissime in tempi antichissimi quando chissa' come era l'individuazione delle persone

Quindi insieme al controllo per il mistero del bimbo abbandonato
controllerei un po meglio la documentazione della sequenza genealogica presentata

pierluigic
Livello1
Livello1
Messaggi: 62
Iscritto il: mercoledì 21 maggio 2008, 0:56
Contatta:

Re: 66 generazioni?!

Messaggio da pierluigic »

Dimenticavo
nei secoli XVI XVII XVIII XIX erano di gran moda le leggende familiari della nobilta
S'inventavano favole complicatissime che avevano lo scopo di affondare le origini conosciute della famiglia il piu' indietro possibile
Erano favole inventate dagli eruditi per ingraziarsi i potenti e spesso sollecitate dagli stessi potenti

Gli studi moderni universitari stanno facendo piazza pulita di questa quantita' enorme di falsi

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite