Genealogie famiglie del Friuli

Postate qui le vostre richieste d’aiuto, chiarimenti o informazioni per le proprie ricerche genealogiche. Tutti sono invitati a dare il loro contributo.

Moderatori: mmogno, Collaboratori, Staff

Rispondi
Moscjon
Livello5
Livello5
Messaggi: 1040
Iscritto il: sabato 19 aprile 2008, 14:51
Località: Friûl / Friaul / Furlanija
Contatta:

Messaggio da Moscjon »

Lombardi immigrati nel Friuli tra il 1257 e il 1587 - 6 ( fine )


Sacco ( de ) / Sacchi ( 1337 )
Salvis ( de ) ( 1337 )
Savio ( 1362 )
Savioni ( 1454 )
Severi ( 1350 )
Sforza ( 1546 )
Simonini ( 1508 )
Soardo ( 1480 )
Someda ( 1565 )
Soppo ( de ) ( 1319 )
Stefanini ( 1365 )
Tealdi ( 1380 )
Tiraboschi ( 1511 )
Tironi ( de ) ( 1548 )
Tortis ( de ) ( 1365 )
Tunini / Tonini ( 1508 )
Uranio ( 1470 )
Vanini ( 1526 )
Venturini ( 1291 )
Visconti ( 1400 )
Vincenti ( de ) ( 1450 )
Vinciguerra ( 1332 )
Zanetti ( 1475 )
Zaniboni ( 1334 )
Zavatariis ( de ) / Zavattari ( 1322 )


Bibliografia:

Antonio Battistella, “ I lombardi in Friuli ”, ediz. 1911.
Carlo Someda de Marco, “ Architetti e lapicidi lombardi in Friuli nei secoli XV e XVI ”, ediz. 1958.
Davide Miriam, “ Le attività creditizie praticate dai lombardi nel Friuli del Trecento ”, in “Quaderni / Cahiers del Centro studi sui Lombardi, sul credito .....”, anno 2007, n° 1.
Alessio Fornasin, “ Mercanti lombardi in Friuli tra Cinquecento e Seicento ”, in “La Patria del Friuli in età moderna”, ediz. 2002.

mattaisomma
Livello1
Livello1
Messaggi: 2
Iscritto il: mercoledì 31 ottobre 2007, 9:59
Contatta:

Messaggio da mattaisomma »

Qualcuno mi sa dire se nelle opere citate risulta la famiglia COPETTI. Grazie Salve

Moscjon
Livello5
Livello5
Messaggi: 1040
Iscritto il: sabato 19 aprile 2008, 14:51
Località: Friûl / Friaul / Furlanija
Contatta:

Messaggio da Moscjon »

Nel "Dizionario dei cognomi del Friuli" ( ediz. 2002 ) viene segnalato il cognome COPETTI / COPETTO a Gemona del Friuli ( dalla fine del Quattrocento ); la citazione più antica è per la cittadina di San Daniele del Friuli: nell' anno 1450 "mastro Daniele Copetto de San Daniele" fa testamento prima di andare in pellegrinaggio a Roma; questo cognome lo ritroviamo anche a Resia ( dove compare già nel 1598 ) e a Bueriis di Magnano ( nel 1578 un "Nicolaus Copet" ).

Moscjon

Amministratore

Messaggio da Amministratore »

Richiesta pubblicazione foto dell'Utente Moscjon:

Si tratta di esempi che rendono l' idea dei preziosissimi dati contenuti nei "Registri di popolazione" ottocenteschi comunali.
In base alla mia esperienza ogni Comune dovrebbe possedere due registri: uno redatto a partire dal 1833, l' altro verso la metà dell' Ottocento.
Il secondo registro di solito è aggiornato con dati che giungono sino ai primi del Novecento.
Per quanto riguarda la diffusione, posso affermare che i predetti registri si usavano sicuramente nei Comuni appartenenti al Regno Lombardo Veneto; non ho notizie invece per il resto del territorio italiano.
I "Registri di Popolazione", che nel forum risultano sconosciuti, sono importantissimi perché precedono i famosi "cartellini" anagrafici di cui molto spesso si parla.
Si conservano negli Archivi Storici Comunali oppure negli Archivi Comunali attuali; per poter accedere ai predetti archivi si deve chiedere l' autorizzazione per ricerca storica ai rispettivi sindaci.


Immagine
figura 1 Esempio attestante i trasferimenti di alcuni membri della famiglia. Da notare la ricchezza di notizie e la possibilità di risalire con sicurezza fino al Settecento ( I Registro di Popolazione, Archivio Comunale di Travesio – Pn )


Immagine
figura 2 Esempio di una famiglia “stanziale”; anche in questo caso i dati giungono fino al Settecento ( I Registro di Popolazione, Archivio Comunale di Travesio – Pn )


Immagine
figura 3 La stessa famiglia Cóncina della figura precedente nelle pagine del II Registro di Popolazione ( Archivio Comunale di Travesio – Pn ).

Avatar utente
Luca.p
Staff
Staff
Messaggi: 7799
Iscritto il: domenica 13 novembre 2005, 20:14
Località: Terni
Contatta:

Messaggio da Luca.p »

Richiesta pubblicazione foto dell'Utente Moscjon:
...I "Registri di Popolazione", che nel forum risultano sconosciuti...
Il problema vero è che a me, per esempio, continuano a rimanere sconosciuti: pur avendoli chiesti a dritta e manca, infatti, non sembra ce ne sia traccia! Ora, questo non significa che non esistano ma, non avendoli sentiti nominare né in Comune né in Archivio di Stato, le probabilità di rintracciarli sono veramente poche :roll:
Fortunato tu che hai avuto a disposizione uno strumento così completo e di facile consultazione :ablow: Comunque, un genealogista ostinato, spesso riesce a supplire anche alla mancanze di queste "manne" (certo è un po' più dura, ma...).

Luca

wishyou
Livello1
Livello1
Messaggi: 161
Iscritto il: giovedì 4 ottobre 2007, 23:58
Contatta:

Messaggio da wishyou »

Come dicevo in un altro post, io li ho trovati in diverse parrocchie.
Del 1837, del 1839 e del 1849.

jjjluke
Livello1
Livello1
Messaggi: 14
Iscritto il: mercoledì 30 aprile 2008, 23:27
Località: Venezia
Contatta:

Messaggio da jjjluke »

Moscjon ha scritto: Si conservano negli Archivi Storici Comunali oppure negli Archivi Comunali attuali; per poter accedere ai predetti archivi si deve chiedere l' autorizzazione per ricerca storica ai rispettivi sindaci.
Miglior esempio per quanto mi riguarda non poteva essere fatto: proprio il comune da cui sto attendendo la copia integrale di un atto del 1892...
Chiedo una conferma vista la poca esperienza: la consultazione di questi registri viene affettuata anche dall'ufficiale di Stato Civile in caso di richiesta 'remota' oppure si deve esplicitamente in ogni caso chiedere al Sindaco l'autorizzazione per effettuarla di persona, in questo caso a Travesio?
E ancora, se possibile, è nota la 'copertura' cronologica accertata per questo tipo di registri per il comune di Travesio?

Grazie mille in anticipo...

Moscjon
Livello5
Livello5
Messaggi: 1040
Iscritto il: sabato 19 aprile 2008, 14:51
Località: Friûl / Friaul / Furlanija
Contatta:

Messaggio da Moscjon »

Nel mio caso ho richiesto a distanza una copia tratta dai "Registri di Popolazione" del Comune di Santa Maria la Longa ( Ud ); ecco la risposta dell' Ufficio Anagrafe:

"Oggetto: Richiesta certificato storico.

In relazione alla Sua richiesta del ....., allegata alla presente trasmetto fotocopia tratta dal registro di popolazione relativa alla famiglia del sig. .....
Purtroppo la dimensione del foglio non mi ha permesso l' invio tramite e-mail. "

Per esperienza diretta posso affermare che i dati contenuti in detti registri vanno dalla fine del Settecento fino ai primi del Novecento.

Moscjon

Moscjon
Livello5
Livello5
Messaggi: 1040
Iscritto il: sabato 19 aprile 2008, 14:51
Località: Friûl / Friaul / Furlanija
Contatta:

Messaggio da Moscjon »

Credo che Wishyou si riferisca al periodo 1815 - 1871 e cioè a quando vennero affidate ai parroci le funzioni di Ufficiale di Stato Civile.
Questo non impediva che i Comuni tenessero i "Registri di Popolazione": infatti, sempre parlando di Santa Maria la Longa, ci sono i Registri di Stato Civile ( dal 1815 al 1871 ) nell' Archivio parrocchiale e i Registri di Popolazione nell' Archivio Comunale.
Per quanto riguarda le zone di Gorizia, Gradisca, Cervignano, Aquileia, Aiello, Tarvisio e parte del paese di Pontebba ( cioè la Pontebba Austriaca ), i parroci continuarono ad essere Ufficiali di Stato Civile sino al 1920.

Moscjon

Avatar utente
Gianlu
Staff
Staff
Messaggi: 4593
Iscritto il: sabato 12 maggio 2007, 11:08
Località: Verona
Contatta:

Messaggio da Gianlu »

In effetti, come dice Moscjon, nel Regno Lombardo-Veneto (che faceva parte dell'Impero Austro-Ungarico) i Comuni avevano l'obbligo di tenere i Ruoli di Popolazione e di aggiornarli costantemente (cosa che magari a volte non veniva fatta...).
In certe occasioni in tutto l'Impero venivano organizzati censimenti.
A questo indirizzo potete leggere alcune informazioni relative ai Ruoli del Comune di Verona, che tra l'altro sono disponibili on line:
http://archivio.comune.verona.it/nqcont ... ?a_id=9032
Questi registri, se si sono conservati, possono trovarsi all'Archivio di Stato oppure nell'Archivio Storico del Comune.

Moscjon
Livello5
Livello5
Messaggi: 1040
Iscritto il: sabato 19 aprile 2008, 14:51
Località: Friûl / Friaul / Furlanija
Contatta:

Messaggio da Moscjon »

Ti ringrazio Gianlu per l' ottima segnalazione sul Comune di Verona.
Sul sito da te indicato ci sono anche le date ( che non conoscevo! ) delle disposizioni austriache riguardanti i Ruoli di Popolazione.

Moscjon

wishyou
Livello1
Livello1
Messaggi: 161
Iscritto il: giovedì 4 ottobre 2007, 23:58
Contatta:

Messaggio da wishyou »

Non per insistere, ma su questi registri in intestazione c'è scritto su ogni pagina proprio "Ruolo della Popolazione" e vi sono le famiglie in ordine alfabetico di capofamiglia, con indicazione di via, numero civico e dati essenziali di ogni iscritto (come da immagini sopra)
Ad es. "Ruolo della Popolazione di C...... (parrocchia) dal 1 9bre 1837" e sono differenti dai registri di Morte, Nascita o Matrimonio paralleli a quelli parrocchiali, dove in intestazione è riportato "Libro degli atti di Morte o nascita o Matrimonio della Parrocchia di (nome Parrocchia) del luogo di (Nome località) frazione del Comune di (Nome comune) distretto di Provincia di" e c'è la registrazione cronologica degli eventi.
Tra parentesi spesso questi registri sono aggiornati fino a quasi fine secolo.

Moscjon
Livello5
Livello5
Messaggi: 1040
Iscritto il: sabato 19 aprile 2008, 14:51
Località: Friûl / Friaul / Furlanija
Contatta:

Messaggio da Moscjon »

Toscani immigrati nel Friuli tra il 1205 e il 1451 - 1


Verso i primi anni del XIII secolo, allo scoppio della guerra tra Firenze e Siena, arrivarono in Friuli i primi toscani.
Per la maggior parte si trattava di mercanti e prestatori di denaro su pegno, ma non mancavano appaltatori di dazi, medici, notai, imprenditori ( soprattutto opifici di stoffe ) e artigiani; alcuni acquistarono anche castelli, villaggi, terreni.
Gli storici friulani sono concordi nell’ affermare che nel 1205 “... molte famiglie toscane, fuoriuscite per la guerra, vennero in Friuli e, in seguito ad una legge del Patriarca di Aquileia, queste famiglie furono accettate e col volger degli anni divennero nostre friulane ...”.
Il primo toscano citato dalle cronache del 1205 è “Donatus quondam Bandini dictus Sarcinello, civis et mercator senensis”; in successivi documenti del 1299 notiamo che Bandini era già diventato cognome.
Nel 1307 vari toscani partirono dal Friuli e “... quasi nuova colonia, popolarono la città di Lok” ( = odierna Škofja Loka in Slovenia ).
Lo Stato patriarcale del Friuli difese sempre i toscani, anche in seguito ai fatti del 1375, quando il papa Gregorio scomunicò “... tutte le città dove fossero ricoverati i Fiorentini, nel caso non li allontanassero. In Friuli le città di Udine, Cividale e Gemona v’incorsero, perché abitavano in esse molti Fiorentini. Queste tre città, però, decisero di non cacciare, ma difendere i loro ospiti presso la S. Sede ...”.
Con la conquista del Friuli da parte della Repubblica di Venezia ( 1420 ) iniziarono le difficoltà per i toscani residenti in Friuli ed infatti con decreto del primo giugno 1451 tutti i Fiorentini non privilegiati vennero espulsi dagli Stati della Repubblica Veneta.
Rimasero i “privilegiati”, cioè quelli che avevano particolari permessi e le famiglie che abitavano stabilmente in Friuli da molti anni.

I dati che presenterò in questo forum provengono dal libro di G. G. Corbanese “Il Friuli, Trieste e l’ Istria nel periodo veneziano”, ediz. 1987.
Accanto al cognome inserirò tra parentesi la data della prima attestazione in Friuli.


Abbati ( 1322 )
Aghinetto ( 1346 )
Agolanti ( 1340 )
Agresti ( 1345 )
Alberti ( 1414 )
Albertini ( 1297 )
Albizzi ( 1295 )
Amati ( 1394 )
Amidei ( 1289 )
Anselmi ( 1380 )
Apollonio ( 1396 )
Avanzati ( de ) ( 1308 )
Avanzi ( de ) ( 1336 )
Azzolini ( 1372 )

Moscjon
Livello5
Livello5
Messaggi: 1040
Iscritto il: sabato 19 aprile 2008, 14:51
Località: Friûl / Friaul / Furlanija
Contatta:

Messaggio da Moscjon »

Toscani immigrati nel Friuli tra il 1205 e il 1451 - 2


Bacaroni ( 1276 )
Baglioni ( 1397 )
Balbi ( 1428 )
Baldi ( 1340 )
Baldini ( 1368 )
Baldinotti ( 1279 )
Bambelli ( 1312 )
Bandini ( 1299 )
Barba ( 1323 )
Bardi ( 1298 )
Bartolini ( 1340 )
Bartolomei ( 1353 )
Barucci ( 1400 )
Begnini ( 1340 )
Bello ( 1361 )
Bencivegna ( 1305 )
Bencivenni ( 1397 )
Bene ( del ) ( 1295 )
Benvenuti ( 1297 )
Bernardini ( 1271 )
Bertiugli ( 1397 )
Bertolini ( 1290 )
Betti / Betto ( 1320 )
Bianchi / Bianco ( 1312 )
Bigi ( 1327 )
Bindi ( 1329 )
Bindutti ( 1305 )
Bocchi ( 1360 )
Bombeni ( 1292 )
Bonacorsi / Buonacorsi ( 1349 )
Bonacquisti / Buonacquisti ( 1348 )
Bonaventura ( 1379 )
Bonetto / Bonetti ( 1338 )
Bonfiglioli ( 1297 )
Boni ( 1430 )
Bonsignori ( 1269 )
Bortoluccio ( 1349 )
Bottalini ( 1323 )
Bracci ( 1295 )
Brunelleschi ( 1299 )
Bruni ( 1291 )
Bucci ( 1348 )
Buonaggiunta ( 1339 )
Buonamici ( 1295 )
Buoninsegni ( 1259 )
Buonromano ( 1277 )

Moscjon
Livello5
Livello5
Messaggi: 1040
Iscritto il: sabato 19 aprile 2008, 14:51
Località: Friûl / Friaul / Furlanija
Contatta:

Messaggio da Moscjon »

Qualcosa non ha funzionato per cui ho cancellato un doppione.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti